Menu

L’azione 6.7.1 è finalizzata alla tutela, valorizzazione, promozione e fruizione degli attrattori culturali regionali, presenti nelle Aree di attrazione culturale di Rilevanza Strategica (ARS), mediante interventi sistemici e integrati, funzionali a:

- al miglioramento delle condizioni strutturali e gli standard di qualità e offerta del patrimonio culturale e dei servizi aggiuntivi;

- al miglioramento delle condizioni di contesto territoriale utili a promuovere e garantire l'accessibilità e la fruibilità degli attrattori culturali;

- alla realizzazione di servizi integrati e di una immagine coordinata del sistema degli attrattori culturali regionali;

- al potenziamento e all’attuazione di modelli di gestione/valorizzazione degli attrattori culturali e specifici itinerari/reti culturali tematici.


La Regione intende perseguire le seguenti finalità:

  • attuare interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio librario, documentale ed archivistico, capaci di innalzare gli standard di offerta dei servizi culturali;
  • incentivare lo sviluppo, la diffusione e l’utilizzo delle innovazioni tecnologiche e delle competenze tecniche nelle attività di tutela, conservazione, fruizione e valorizzazione dei beni e servizi culturali;
  • incrementare il numero delle biblioteche attive in Calabria e il loro inserimento nel catalogo regionale;
  • mettere in rete l'offerta culturale e sviluppare sistemi informativi in grado di favorire una maggiore conoscenza e fruizione,

 
Le risorse finanziarie per la realizzazione delle attività previste dal presente Avviso Pubblico ammontano a euro 1.700.000,00, di cui:

- euro 1.000.000,00 per la Linea di Azione 1;

- euro 200.000,00 per la Linea di Azione 2;

- euro 500.000,00 per la linea di Azione 3.

 
LINEA D’AZIONE 1 -“SOSTEGNO ALLE ATTIVITA’ DELLE BIBLIOTECHE CALABRESI DEGLI ENTI LOCALI, DEI SISTEMIBIBLIOTECARI, DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE E DELLE BIBLIOTECHE RICONOSCIUTE DI INTERESSE LOCALE CON D.P.G.R.”

Soggetti Beneficiari

Sono ammessi a partecipare all’Avviso Pubblico i seguenti soggetti:

- Enti Pubblici;

- Biblioteche riconosciute con Legge Regionale;

- Biblioteche di interesse locale riconosciute con Decreto del Presidente della Giunta Regionale, ai sensi della L.R. 17/85;

- Biblioteche di interesse culturale ai sensi del D. Lgs. 42/2004

- Sistemi bibliotecari territoriali;

- Biblioteche scolastiche inserite nella rete SBR o che documentino di aver richiesto l’inserimento.

A pena di inammissibilità, i Soggetti Beneficiari devono possedere i seguenti requisiti:

- avere sede nel territorio regionale;

- non essere stati dichiarati gravemente inadempienti per inosservanza degli obblighi contrattuali, a seguito della concessione di una sovvenzione a carico del bilancio comunitario e/o nazionale e/o regionale.

Inoltre, per poter accedere ai contributi previsti dal presente Avviso, le biblioteche e i Sistemi Bibliotecari devono essere regolarmente funzionanti e possedere i seguenti requisiti minimi:

- disponibilità di almeno una linea telefonica abilitata alla fonia e al collegamento con internet;

- orario di apertura settimanale al pubblico non inferiore a 12 ore, di cui almeno 3 dopo le ore 14;

- presenza di personale dotato di adeguata preparazione professionale e dedicato al servizio della biblioteca.

 

L’ammontare massimo del contributo concedibile (80%) è il seguente:

- Biblioteche scolastiche fino ad euro 5.000,00;

- Biblioteche comunali dei comuni con popolazione fino a 10.000 abitanti e Biblioteche di interesse locale, fino ad euro 10.000,00;

- Biblioteche comunali dei comuni con popolazione tra i 10.001 e 20.000 abitanti, fino ad euro 15.000,00;

- Biblioteche comunali dei comuni con popolazione a partire dai 20.001 abitanti e Sistemi bibliotecari territoriali fino ad euro 25.000,00.

- Biblioteche riconosciute con legge regionale come da criteri demografici ai punti precedenti.

Non sono comunque cumulabili finanziamenti/contributi/sovvenzioni, di derivazione pubblica o privata, per la copertura del medesimo intervento per il quale si richiede il contributo a norma del presente Avviso.

 
Spese ammissibili

  1. a) i costi per migliorare l'accesso del pubblico ai siti e alle attività delle istituzioni culturali e del patrimonio, compresi i costi di digitalizzazione e di utilizzo delle nuove tecnologie, nonché i costi di miglioramento dell'accessibilità per le persone con disabilità;
  2. b) i costi operativi collegati direttamente al progetto o all'attività culturale approvata; 9

 

  1. c) i costi dei servizi di catalogazione e digitalizzazione del patrimonio, da realizzare anche tramite l’utilizzo di professionisti competenti ad eseguire interventi sui beni culturali, ai sensi dell'art. 9 BIS della Legge, 22/07/2014 n° 110, Codice dei beni culturali e del paesaggio. (Es. Restauratori, Bibliotecari, Archivisti, iscritti in appositi albi). Nel caso in cui l’Ente non disponga di personale dotato di adeguate competenze e professionalità, è ammesso il ricorso a professionisti esterni selezionati con idonee procedure di evidenza pubblica.
  2. d) acquisto di materiale bibliografico (libri, riviste, periodici, audiovisivi ecc.);
  3. e) acquisto di arredi e attrezzature per un importo massimo del 25% del costo complessivo del progetto;
  4. f) spese per il noleggio di strumentazione necessaria per la realizzazione del progetto;
  5. g) costi per progetti ed eventi di animazione culturale.

Sono ammissibili le spese direttamente imputabili all’intervento finanziato, fermo restando quanto previsto dalle norme relative alla tracciabilità dei pagamenti.

 
Articolo 5. LINEA D’AZIONE 2 –“SOSTEGNO ALLE ATTIVITA’ DEGLI ARCHIVI STORICI DELLA CALABRIA”

 Soggetti Beneficiari

- Enti Pubblici - Soggetti proprietari e/o gestori di Archivi storici con decreto di riconoscimento del valore storico del MiBACT;

A pena di inammissibilità, i Soggetti Beneficiari devono possedere i seguenti requisiti:

- avere sede nel territorio regionale;

- non essere stati dichiarati gravemente inadempienti per inosservanza degli obblighi contrattuali, a seguito della concessione di una sovvenzione a carico del bilancio comunitario e/o nazionale e/o regionale.

 

L’ammontare massimo del contributo concedibile (80%) non potrà superare l’importo complessivo di € 20.000,00.

Spese ammissibili:

  1. a) i costi per migliorare l'accesso del pubblico ai siti e alle attività delle istituzioni culturali e del patrimonio, compresi i costi di digitalizzazione e di utilizzo delle nuove tecnologie, nonché i costi di miglioramento dell'accessibilità per le persone con disabilità;
  2. b) i costi operativi collegati direttamente al progetto o all'attività culturale approvata;
  3. c) i costi dei servizi di catalogazione e digitalizzazione del patrimonio, da realizzare anche tramite l’utilizzo di professionisti competenti ad eseguire interventi sui beni culturali, ai sensi dell'art. 9 BIS della Legge, 22/07/2014 n° 110, Codice dei beni culturali e del paesaggio. (Es. Restauratori, Bibliotecari, Archivisti, iscritti in appositi albi). Nel caso in cui l’Ente non disponga di personale dotato di adeguate competenze e professionalità, è ammesso il ricorso a professionisti esterni selezionati con idonee procedure di evidenza pubblica.
  4. d) l’acquisto di materiale bibliografico (libri, riviste, periodici, audiovisivi ecc.);
  5. e) l’acquisto di arredi e attrezzature per un importo massimo del 25% del costo complessivo del progetto;
  6. f) le spese per il noleggio di strumentazione necessaria per la realizzazione del progetto;
  7. g) i costi per progetti ed eventi di animazione culturale.
  8. h) compenso ad operatori archivistici per le attività di cui al punto 1) e al punto 4); - compenso a restauratori per le attività al punto 3 ); - spese per gli acquisti indicati al punto 2).

Sono ammissibili le spese direttamente imputabili all’intervento finanziato, fermo restando quanto previsto dalle norme relative alla tracciabilità dei pagamenti.

 
Articolo 6. LINEA D’AZIONE 3 -“SOSTEGNO ALL’ APERTURA DI NUOVE BIBLIOTECHE PUBBLICHE IN CALABRIA”

La Linea di Azione 3 prevede il sostegno all’apertura di nuove biblioteche al fine di ampliare l’offerta culturale ed in particolare di orientare i bambini e i ragazzi verso il libro e la lettura, pertanto, la costituenda biblioteca deve necessariamente:

  • riservare una sezione dedicata ai bambini e ai ragazzi;

oppure

  • deve essere interamente dedicata ai bambini e ai ragazzi.

 
Soggetti Beneficiari

Sono ammessi a partecipare all’Avviso Pubblico:

- i Comuni della Calabria che abbiano intenzione o siano in procinto di attivare una biblioteca pubblica essendone sprovvisti nel proprio territorio comunale;

- i Comuni della Calabria in cui è già presente una biblioteca comunale e che abbiano intenzione o siano in procinto di garantire l’apertura di una ulteriore sede bibliotecaria pubblica in zone di periferia rispetto al centro o al luogo in cui è presente la biblioteca comunale già attiva.

A pena di inammissibilità, i Soggetti Beneficiari devono possedere i seguenti requisiti:

- non essere stati dichiarati gravemente inadempienti per inosservanza degli obblighi contrattuali, a seguito della concessione di una sovvenzione a carico del bilancio comunitario e/o nazionale e/o regionale.

Inoltre, per poter accedere ai contributi previsti dal presente Avviso, Le Amministrazioni Locali proponenti dovranno assicurare:

- l’avvenuta individuazione dei locali in cui ospitare la costituenda biblioteca, con delibera di Giunta comunale;

- la presenza di personale addetto ai servizi bibliotecari specificando la tipologia di rapporto in essere con l’Amministrazione Comunale.

 
L’ammontare massimo del contributo concedibile è il seguente:

- Biblioteche comunali dei comuni con popolazione fino a 10.000 abitanti, massimo euro 10.000,00;

- Biblioteche comunali dei comuni con popolazione tra i 10.001 e 20.000 abitanti, fino ad euro 15.000,00;

- Biblioteche comunali dei comuni con popolazione a partire dai 20.001 abitanti fino ad euro 25.000,00.

 
Spese ammissibili

  1. a) i costi per migliorare l'accesso del pubblico ai siti e alle attività delle istituzioni culturali e del patrimonio, compresi i costi di digitalizzazione e di utilizzo delle nuove tecnologie, nonché i costi di miglioramento dell'accessibilità per le persone con disabilità;
  2. b) i costi operativi collegati direttamente al progetto o all'attività culturale approvata;
  3. c) i costi dei servizi di catalogazione e digitalizzazione del patrimonio, da realizzare anche tramite l’utilizzo di professionisti competenti ad eseguire interventi sui beni culturali, ai sensi dell'art. 9 BIS della Legge, 22/07/2014 n° 110, Codice dei beni culturali e del paesaggio. (Es. Restauratori, Bibliotecari, Archivisti, iscritti in appositi albi). Nel caso in cui l’Ente non disponga di personale dotato di adeguate competenze e professionalità, è ammesso il ricorso a professionisti esterni selezionati con idonee procedure di evidenza pubblica.
  4. d) l’acquisto di materiale bibliografico (libri, riviste, periodici, audiovisivi ecc.);
  5. e) l’acquisto di arredi e attrezzature per un importo massimo del 50% del costo complessivo del progetto;
  6. f) le spese per il noleggio di strumentazione necessaria per la realizzazione del progetto;
  7. g) i costi per progetti ed eventi di animazione culturale.

Sono ammissibili le spese direttamente imputabili all’intervento finanziato, fermo restando quanto previsto dalle norme relative alla tracciabilità dei pagamenti.

La domanda di partecipazione va inoltrata entro il 15 gennaio 2020 (pubblicazione avviso sul BURC n.139 del 16/12/2019) a mezzo PEC all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Documentazione da allegare alla Domanda di Partecipazione

Unitamente alla Domanda di Partecipazione (Allegato 1 del presente Avviso) dovrà essere allegata, il Formulario per la Presentazione delle Proposte (Allegato 2);

Dovrà essere presentata la seguente documentazione:

- Provvedimento di approvazione della proposta progettuale, adottato dal competente organo del Soggetto proponente;

- Copia dell’Atto costitutivo e dello Statuto del Soggetto Proponente (ad esclusione degli Enti pubblici);

- Copia del regolamento della biblioteca/archivio;

- Planimetria dei locali in cui ha sede la biblioteca/archivio.

- Delibera di Giunta comunale dalla quale risulta l’individuazione della sede della Biblioteca ( solo per la linea 3).

Sito Calabria Europa

Regione Calabria

Sito Ministero Sviluppo Economico

Sviluppo Econ.

Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea

APRE

Acquisti in Rete PA

MEPA

Sito ASMECOMM

Asmecomm